Home / Unit / Human Resource Management

Valutazione potenziale

La valutazione del potenziale concentra la sua attenzione sul potenziale del lavoratore, ossia le competenze inespresse che il lavoratore possiede, ma che non sono utilizzate nella posizione da lui attualmente ricoperta. Lo scopo è, infatti, quello di individuare e valutare i punti di forza, le aree di miglioramento e le possibilità di sviluppo di una risorsa non in astratto, bensì calate nel contesto specifico della struttura organizzativa in cui opera e dei ruoli esistenti.

Inoltre, la valutazione del potenziale può far emergere le possibilità di impiegare con successo il lavoratore in altre posizioni, attraverso la mobilità interna e percorsi di carriera. Infatti, quando emerge una distanza tra il potenziale della persona e ciò che la sua attuale posizione permette di sviluppare, la valutazione diventa il punto di partenza per definire la mobilità orizzontale o verticale, ed eventualmente il percorso formativo necessario. Ma non solo: altri obiettivi della valutazione del potenziale possono essere: le tavole di rimpiazzo, gli interventi formativi, le politiche di retention delle risorse critiche.

La valutazione si concentra prevalentemente sui comportamenti, sulle attitudini e sulle capacità ed ha quindi un orientamento rivolto al futuro.

Vantaggi

  • Permette la pianificazione, ma anche la valorizzazione e la motivazione delle persone
  • Permette all’azienda di ottimizzare le risorse
  • Assicura la continuità nei ruoli direttivi e nelle competenze distintive
  • Costituisce un investimento per far crescere i “talenti”

Metodologia

  • Assessment center
  • Intervista individuale
  • Intervista gerarchica
  • Assessment rovesciato
  • 360° assessment
  • Development center

RICHIEDI INFORMAZIONI